0
Posted 16 maggio 2012 by Nicola Ligas in News
 
 

Un ex di Microsoft afferma che non avrebbe mai fatto Zune Mp3 Player

Mai fidarsi degli ex, e non parliamo di fidanzati/e, ma dei dipendenti che non lavorano più per la tua azienda, specialmente se questa si chiama Microsoft, e se l’ex si chiama Robbie Bach e ricopriva un ruolo dirigenziale nel settore musicale (e del gaming).

Bach afferma infatti che Zune è stata una tardiva e insufficiente risposta all’iPod, che Microsoft non avrebbe mai dovuto intraprendere, limitandosi a fornire servizi senza percorrere la strada dell’Player MP3:

Non siamo stati abbastanza coraggiosi, in verità, e abbiamo finito col rincorrere Apple con un prodotto che non era malvagio, ma era comunque nato di rincorsa, e non c’era alcuna ragione per nessuno di dire, oh, devo uscire a procurarmelo.

Purtroppo il mondo dell’informatica è fatto di continui sorpassi e rincorse: chi arriva primo segnerà inevitabilmente il passo per gli inseguitori, che magari avranno anche prodotti validi, ma non necessariamente questi sapranno imporsi su chi ha ottenuto il primato. Se la stessa azienda che rincorre non si sente poi reale alternativa, allora è difficile dissentire del tutto con Mr. Bach. Forse Microsoft avrebbe dovuto fare qualcosa di più per differenziare la propria offerta, anche se ci rendiamo conto che, col senno di poi, sia tutto più semplice.


Fonte: Visita

Nicola Ligas

 
Nato con la passione per qualsiasi cosa facesse BIP, divenuto ingegnere, ma rimasto curioso per qualsiasi cosa si possa spegnere e riaccendere.